ARTICOLI AGGIUNTI IN CARRELLO

Carrello

Nessun articolo nel Carrello

Hai 0 articoli in Carrello

Totale: 0,00 €

Carrello

Hai 0 articoli in Carrello

ARTICOLI IN WISHLIST

Wishlist

Nessun articolo nella Wishlist

Hai 0 articoli

Wishlist

Hai 0 articoli

CONFRONTA ARTICOLI

Comparazione

Nessun articolo da comparare

Hai 0 articoli

Comparazione

Hai 0 articoli

TOSCANA ROSSO IGT 2008 BORDOLESE TENUTA DI TRINORO 0,750

€ 370,00
TENUTADITRINORO13
8007886254123
Toscana
NR
2008
TENUTA DI TRINORO
UVAGGIO: 42% Merlot, 42% Cabernet Franc,12% Cabernet Sauvignon, 4% Petit Verdot

INFORMAZIONI DEL PRODOTTO

TENUTA DI TRINORO 2008
Per capire perché questo vino è così diverso dalle nostre altre vendemmie, con la frutta sgargiante e gli
aromi così forti, è importante andare indietro nel tempo e considerare la fatica, l'inedia, quasi, che i vigneti
avevano sofferto per tutto l'anno precedente, il 2007 che era stato secco e senza piogge fino dall'inverno.
Affamate e senza riserve, le piante entrano nel 2008 e ne affrontano le condizioni principali: la primavera
piovosa, con sbalzi di freddo; e l'estate lunga e accecante, con al centro il terribile solleone della Val d’
Orcia.
Il vigneto, quando prese la chioma, ebbe subito un'esagerata fertilità che si rifletteva con un verde fisso e
insolito delle foglie. Sembrava riuscire a proteggersi dal caldo durante tutto il mese di agosto, e mi pareva
che le piante si fossero salvate dallo stress; invece hanno ceduto molto più tardi, bloccandosi segretamente
dopo la prima settimana di settembre e rimanendo ferme per tutto il mese. L'uva, a causa della primavera
fredda, si era formata in modo diseguale e era rimasta poco riparata dietro foglie troppo piccole, in qualche
parte esposta direttamente al sole.
Alla fine di settembre, quando a Trinoro di solito si comincia a raccogliere il merlot, non riuscivo a trovare
un chicco maturo per quanto girassi tra le piante, ma, invisibili, nell'uva c'erano le premesse per i
diversissimi sapori che avrebbe avuto il vino di quest'anno. Dopo qualche piccola raccolta “di assaggio”,
quindi, sospendevo la vendemmia: l’ incubo di ogni vignaiolo dove l'uva non matura, mentre novembre e
le piogge arrivano veloci. La maturità si fece sentire di colpo qua e là tra i merlot, alla metà di ottobre:
cominciai a raccogliere tutta una quantità di piccoli profili e di parcelle della vigna, finché, alla fine, tra tutti
i tipi di uva arrivammo a riempire una quarantina di vasche. I mosti avevano tinte e profumi diversissimi. I
vini, come sono apparsi dopo qualche mese, sembravano un mosaico di odori che mi faceva pensare a cose
infantili, a colori. Ora che li assemblo, l’annata 2008, così difficile e lunga da capire, cogliere e vinificare si
trasforma in un vino esotico e potente, con qualità diverse, mi pare, dalle altre annate di Tenuta di Trinoro.
Dopo aver scelto un assemblaggio di 35% Cabernet Franc, 35% Merlot, 25% Cabernet Sauvignon e 5% Petit
Verdot

RECENSISCI IL PRODOTTO

Accedi per poter scrivere e vedere tutte le recensioni -- Effettua il LOGIN
Powered & Designed by Passepartout