ARTICOLI AGGIUNTI IN CARRELLO

Carrello

Nessun articolo nel Carrello

Hai 0 articoli in Carrello

Totale: 0,00 €

Carrello

Hai 0 articoli in Carrello

ARTICOLI IN WISHLIST

Wishlist

Nessun articolo nella Wishlist

Hai 0 articoli

Wishlist

Hai 0 articoli

CONFRONTA ARTICOLI

Comparazione

Nessun articolo da comparare

Hai 0 articoli

Comparazione

Hai 0 articoli

BAROLO DOCG RISERVA 1964 MONFORTINO CONTERNO LT 0,750

€ 2.450,00
CONTERNO9
8001452175416
Piemonte
NR
1964
CONTERNO
UVAGGIO: 100% nebbiolo

INFORMAZIONI DEL PRODOTTO

Metti una sera a cena nel nuovo locale di Gianluca Gorini. Un focolare che torna a scaldare l'Appennino romagnolo. Nuove proposte, stessa mano felice e sensibilità prensile sul territorio. Metti sedici esploratori attorno a una tavola a dissertare sul nebbiolo e su altrettante riuscite declinazioni di questa varietà. E poi, come magnete, metti una bottiglia di Barolo Monfortino 1964 di Giacomo Conterno in stato di grazia.

In questi giorni anche le ultime delle 8 mila bottiglie prodotte di Barolo Riserva Monfortino 2010 stanno lasciando la cantina di Monforte d’Alba, in località Ornati, alla volta di caveaux sparsi in mezzo mondo. Per molte di esse si tratterà di una breve sosta prima di ripartire per nuovi lidi, ma non senza avere lasciato un lauto guadagno ai possessori originari. Uscito dalla cantina a 270 euro (più iva), ora è pressoché introvabile a meno di 900/1000 euro a bottiglia. Una valutazione di mercato (quella qualitativa non è mai stata in discussione) che posiziona il Monfortino al fianco dei più importanti vini del pianeta e che rende onore, oltre che all’intera denominazione, a un vino che racchiude in sé buona parte della storia di Langa.

La comparsa della dicitura “Monfortino” su una bottiglia dell’azienda Giacomo Conterno risale a un “Barolo Extra” del 1924, un nome studiato per sottolineare il comune di residenza della cantina, Monforte d’Alba, nel quale venivano anche acquistate buona parte delle uve per produrlo.

Dal 1978 il MONFORTINO proviene esclusivamente dai 14 ettari del vigneto Francia di Serralunga d’Alba acquistato nel 1974: un monopolio aziendale che oggi ospita 11 ettari di nebbiolo da Barolo e 3 ettari di barbera. Da questi 14 ettari nascono il Barolo Riserva “Monfortino”, il Barolo “Francia” (fino al 2009 “Cascina Francia”) e la Barbera d’Alba “Vigna Francia”. Le uve utilizzate per scolpire il MONFORTINO sono una selezione delle migliori parcelle della vigna.

In cantina regnano precisione e pulizia, in ossequio a quella che per Roberto Conterno è una vera e propria ossessione. I diversi materiali dei contenitori di fermentazione scandiscono le epoche enologiche attraversate dalla famiglia Conterno: il legno è stato a lungo l’unico materiale utilizzato, prima di essere sostituito nei primi anni Sessanta dal cemento. L’acciaio ha ospitato le vendemmie comprese tra il 1987 e il 1996, mentre dal 1997 si è tornati al legno con i tini tronco-conici di Stockinger (61-70 hl.).

Le macerazioni si protraggono per 20/30 giorni a seconda del millesimo, anche a cappello sommerso, e con temperature che non vengono lasciate salire oltre i 32°C. Al termine della prima fermentazione il nebbiolo da Barolo viene spostato in grandi botti di legno di Garbellotto e Stockinger, di dimensioni variabili dai 21hl ai 106hl., nei quali si svolge la fermentazione malolattica. La maturazione varia tra i 40/42 mesi per il Barolo “Francia” e i 78/80 mesi per il “Monfortino”.

RECENSISCI IL PRODOTTO

Accedi per poter scrivere e vedere tutte le recensioni -- Effettua il LOGIN
Powered & Designed by Passepartout